Problemi di incisione con l’emulsione QLT. Come risolverli?

Problemi di incisione con l’emulsione QLT. Come risolverli?
Sto utilizzando la gelatina QLT che ho acquistato un anno fa da voi, ma che ho aperto solo un mese fa; dopo aver steso la gelatina e asciugato con phon da carrozziere a temperatura minima, impressiono il telaio per quattro minuti grazie al vostro kit base di incisione e dopo aver pulito sotto al getto d’acqua e guardando in controluce, il telaio sembra perfettamente inciso, ma quando vado a stampare in alcune (molte) zone l’inchiostro non passa. Ho pensato che la gelatina possa essere scaduta, ma è sempre stata chiusa e in più sembra reagire alla luce.

Massimiliano

Alcune delle azioni che lei ha fatto sono “a rischio”, perciò non è così semplice individuare la causa del problema.

La QLT è di un anno fa: Ulano garantisce la QLT, sigillata e a 20°C, per 18 mesi, perciò il suo prodotto non dovrebbe essere scaduto. Ma in estate la temperatura è bene superiore a 20°C, perciò non sarei così sicuro circa il suo stato di conservazione. Magari, in questi casi, è meglio conservarla in frigo a 5°C.

– Dopo avere emulsionato il telaio lei lo asciuga con il phon da carrozziere, se pure a temperatura “minima”. Tenga presente che temperature superiori a 40°C danneggiano la gelatina e ne modificano il comportamento.

– Se, dopo lo sviluppo, la tela del telaio in corrispondenza del disegno è totalmente bianca, e quindi libera, l’inchiostro deve passare. Consiglio di controllare l’apertura delle maglie con un lentino. Se ci sono tracce di azzurro, lo sviluppo è stato incompleto; se non ci sono tracce di gelatina, il telaio è pronto per la stampa.

come preparare un telaio per serigrafia

Se non ci sono tracce di gelatina è inutile infierire sul telaio con antighost o altro: l’effetto sarà quello di rovinare l’incisione e di fare staccare la gelatina anche dove non è necessario.

– Se, dopo lo sviluppo, notiamo maglie ancora chiuse dalla gelatina, il motivo potrebbe essere nella pellicola, non completamente coprente.
Ricordiamo che la QLT è molto rapida e sensibile, anche poca luce, che magari passa nei microfori della pellicola, riesce a indurirla. Se lei usa stampante laser e poliestere bimattato questo rischio è reale; se invece usa stampante inkjet e pellicola apposita, il rischio è molto limitato. Comunque è sufficiente osservare la pellicola in controluce per controllarne la coprenza.

Dopo lo sviluppo è bene eliminare dal telaio l’acqua in eccesso con uno straccio morbido (pelle di daino) o ancora meglio con aria compressa. Infatti il liquido che vediamo sul telaio è apparentemente acqua, ma in realtà è un misto di acqua e gelatina, trasparente alla vista, ma in grado di formare una pellicola invisibile che copre le maglie e impedisce all’inchiostro di passare. Specialmente su telai a maglie fitte questo rischio è reale.

 Hai anche tu una curiosità o una domanda per noi? Scrivi qui >>
 Vuoi condividere la tua esperienza e il tuo lavoro con colleghi e appassionati? Partecipa al Forum >>

Può interessarti anche

Ecco gli accorgimenti per colorare a pennello una tshirt stampata in serigrafia Ho stampato alcune Tshirt con  un colore bianco o nero, Texprint. Se prendessi un altro colore (rosso, verde ecc) potrei utilizzarlo con il pennello a mano sopra le magliette (dopo aver stampato le grafiche fatte con il telaio), per avere dei dettagl...
Il consiglio per costruirsi in casa un bromografo con i Neon UV Ho acquistato un set di 4 neon UV 18w 60cm per costruire un bromografo. Ho usato uno Starter da 220 V. Potreste inviarmi uno schema del circuito perchè non riesco a farli accendere? Abifè Lo schema del circuito dipende dal tipo di starter e di con...
Alcuni chiarimenti sul Kit per incidere i telai Vorrei avere alcune informazioni sull'articolo "Neon UV per incisione telai. Kit di 6 Pezzi" Il Kit comprende anche i cavi per collegarli? Che attacco hanno? Sono lunghi di 65 cm o 120 cm? Samuele I "neon UV per incisione telai - kit di 6 pezzi" c...

COMMENTA E CONDIVIDI

Powered by Facebook Comments

Vuoi scriverci una domanda?

franco ratto Sono Franco responsabile tecnico di CPL Fabbrika. Sono a tua disposizione per tutte le domande tecniche, commerciali e tutte le curiosità sui prodotti.
Se vuoi scrivermi, clicca qui >>


angelo barzaghi Sono Angelo Barzaghi, serigrafo e docente dell'Accademia Serigrafica. Sono a tua disposizione per tutte le domande tecniche sulla serigrafia e sul transfer serigrafico.
Se vuoi scrivermi, clicca qui >>
inizio serigrafia