Bolle sul transfer serigrafico. Come risolvere?

Bolle sul transfer serigrafico. Come risolvere?
Salve, sto per avviare un laboratorio di stampa digitale e serigrafica ma sto avendo problemi con i transfer serigrafici e non riesco a capire se è un problema di inchiostri o della temperatura del forno.
In pratica si formano dei puntini (come delle bolle d’aria). Come posso risolvere?
Inoltre volevo anche chiedervi se per le stampe a più colori è preferibile utilizzare gli inchiostri vinilici e come posso ottenere le varie tonalità di colore miscelando CMYN.

Marco, Caserta

 

L’inchiostro più adatto per realizzare i transfer serigrafici è senza alcun dubbio il plastisol.
Difficile dare risposte con così pochi elementi. Potrebbe descrivere il problema specificando tutte le fasi della lavorazione? (tipo e marca di carta – temperatura di pre-asciugamento del transfer – modalità di trasferimento)

Posso anticiparti però che la stampa su transfer (parlo del supporto) va passata in forno ad una temperatura non superiore ai 100-110°, questo perché il plastisol deve “gelificare” e non fondere, pertanto le bolle che rilevi potrebbero essere causate dalla eccessiva temperatura di asciugatura.

Oppure: se i puntini, o bolle d’aria, si formano sulla carta transfer appena stampata, potrebbe dipendere dalla carta transfer che usi, che rifiuta il plastisol.
Mi confermi che è come se l’inchiostro “ritirasse” e lasciasse un buco privo di inchiostro?

Per capire le varie fasi del transfer serigrafico è molto utile il dvd didattico di Angelo Barzaghi

Per quanto poi riguarda le stampe a più colori, se parli di abbigliamento e stampa diretta direi proprio che i vinilici siano i meno adatti. Plastisol tutta la vita, almeno agli inizi, proprio per la sua versatilià e estrema facilità di stampa.

Occhio ai telai che abbiano con il giusto numero di fili; evita, se puoi l’uso di maglie troppo larghe come 43 o 55 fili quando si parla di stampa a più colori.

Ovviamente non è così facile semplificare un discorso così complesso in termini soprattutto di varianti, ma direi che con questi pochi punti essenziali tu possa iniziare quantomeno ad aggiustare il tiro.

 Hai anche tu una curiosità o una domanda per noi? Scrivi qui >>
 Vuoi condividere la tua esperienza e il tuo lavoro con colleghi e appassionati? Partecipa al Forum >>

Può interessarti anche

Serigrafia o Transfer: il metodo migliore per stampare su TShirt 100% cotone? Quale è il metodo migliore per avere una stampa ottima e duratura nel tempo in Tshirts 100% cotone? Quali strumenti sono necessari per iniziare in questo percorso? La stampa laser è migliore della stampa digitale ? Cristian Il metodo di stampa su ...
Stampare in Serigrafia o in Digitale: ecco come scegliere Vorremmo indicazioni sui materiali necessari per stampare sulla Carta di Canapa. Ci sono stati indicati due processi in particolare: - stampa serigrafica - stampa digitale Potete fornirci maggiori dettagli in merito, come la differenza tra i du...
Le 3 cose necessarie per aprire un negozio di stampa su magliette Sto cercando quante più informazioni possibili per aprire un negozio di stampe su magliette, grembiuli, cappellini, ecc... destinati alla vendita come souvenir. Mi piacerebbe fare fotografie a paesaggi e riprodurle insieme a scritte, nomi e immagini ...

COMMENTA E CONDIVIDI

Powered by Facebook Comments

, ,

Vuoi scriverci una domanda?

franco ratto Sono Franco responsabile tecnico di CPL Fabbrika. Sono a tua disposizione per tutte le domande tecniche, commerciali e tutte le curiosità sui prodotti.
Se vuoi scrivermi, clicca qui >>


angelo barzaghi Sono Angelo Barzaghi, serigrafo e docente dell'Accademia Serigrafica. Sono a tua disposizione per tutte le domande tecniche sulla serigrafia e sul transfer serigrafico.
Se vuoi scrivermi, clicca qui >>
inizio serigrafia