Tampografia. Cliché sporco d’inchiostro e stampa sbavata. Come fare?

Tampografia. Cliché sporco d’inchiostro e stampa sbavata. Come fare?

Ho problemi nell’incisione del polimero per tampografia. Quando inizio a stampare mi rimane una gran quantità di colore sulla lastra e la stampa viene sbavata.
Ho provato più volte a variare i tempi di incisione per ottenere una stampa migliore, ma niente da fare. Come posso risolvere?

Marcantonio, Modica

I due problemi (cliché sporco di inchiostro e stampa sbavata) sono indipendenti uno dall’altro e le cause che li provocano possono essere varie.

Cerchiamo la causa del primo problema:

– la tazza magnetica potrebbe aderire con poca forza al cliché, per cui l’inchiostro esce dalla guarnizione circolare della tazza stessa. Il rimedio consiste nell’avvicinare i magneti della tazza al cliché, aumentando così la forza di attrazione.
Di norma la tazza ha una vite centrale, che regola la distanza del magnete dal cliché.
Avvitando il magnete si abbassa, svitando il magnete si alza. Provi a compiere questa operazione.

– il cliché ha una superficie perfettamente liscia? Se durante lo sviluppo con alcol lei ha sfregato troppo sul cliché, attorno al disegno inciso, lei potrebbe avere intaccato la superficie del cliché stesso, rendendola ruvida.
In questo caso l’inchiostro passa attraverso le irregolarità e fuoriesce.
Lo sviluppo corretto deve limitarsi all’area del cliché occupata dal disegno; è inutile e pericoloso insistere con l’alcol e il batuffolo di cotone su tutto il cliché.

– dopo lo sviluppo non ha messo una seconda volta il cliché nell’espositore UV, per l’indurimento finale.
Così facendo il cliché è rimasto morbido e la guarnizione della tazza, strisciando, lo ha danneggiato.
Dopo lo sviluppo è assolutamente necessario ricuocere il cliché alla luce UV per circa 5 minuti, per indurirlo in modo definitivo

Cerchiamo ora la causa del secondo problema:

– l’incisione potrebbe essere male eseguita: controlli il cliché e osservi se i contorni della scritta sono nitidi e precisi. Se sono sbavati, la causa è quella.

– l’inchiostro potrebbe essere troppo liquido e quindi sbava già sul tampone.
Purtroppo non esiste una formula per stabilire la giusta quantità di diluente da mettere nell’inchiostro e occorre basarsi sulla propria esperienza.

– se, al contrario, la stampa non risulta sbavata, ma incompleta, con parti non inchiostrate, significa che l’inchiostro è troppo denso. Occorre allora aggiungere poco diluente, quanto basta.

 Hai anche tu una curiosità o una domanda per noi? Scrivi qui >>
 Vuoi condividere la tua esperienza e il tuo lavoro con colleghi e appassionati? Partecipa al Forum >>

Può interessarti anche

Se il cliché tampografico presenta alcuni dossi che rovinano la stampa Le chiedo un informazione sui clichés tampografici. È possibile che sul cliché, una volta effettuata la pulizia con l'alcol, si accentuino dei leggeri "dossi" che al passaggio della tazza si sporcano, rovinando poi le mie lavorazioni ? Il mio probl...
Tampografia: quali inchiostri usare per personalizzare le penne? Quale dei vostri inchiostri per tampografia mi consigliate per personalizzare penne? Sono colori pronti all'uso? Luca Per la stampa su penne in plastica (di solito si tratta di pvc) va bene un inchiostro tampografico monocomponente come il 4-PAD. ...
Come stampare sulle stanghette degli occhiali senza più problemi Con la macchina tampografica manuale è possibile stampare sulle stanghette degli occhiali e sulle lenti? Luigi La possibilità di stampare in tampografia sulle stanghette e sulle lenti degli occhiali dipende essenzialmente dalla compatibilità dell'i...

COMMENTA E CONDIVIDI

Powered by Facebook Comments

,

Vuoi scriverci una domanda?

franco ratto Sono Franco responsabile tecnico di CPL Fabbrika. Sono a tua disposizione per tutte le domande tecniche, commerciali e tutte le curiosità sui prodotti.
Se vuoi scrivermi, clicca qui >>


angelo barzaghi Sono Angelo Barzaghi, serigrafo e docente dell'Accademia Serigrafica. Sono a tua disposizione per tutte le domande tecniche sulla serigrafia e sul transfer serigrafico.
Se vuoi scrivermi, clicca qui >>
inizio serigrafia