Quali materiali usare per stampa serigrafica di shopper di carta?

Gentile Sig. Franco, nel mese di luglio abbiamo acquistato c/o una ditta pugliese una basetta manuale TES 1B.(per stampare shoppers di carta).
Non avendo mai stampato in serigrafia avevano promesso assistenza in merito ma non solo non hanno rispettato i patti hanno sbagliato i telai (che non c hanno voluto più rifare) e non hanno dato le schede tecniche degli inchiostri acquistati ( che sono rimasti inutilizzati). Sarebbe così gentile da spiegarci come si calcola la grandezza di un telaio (esempio: il disegno da serigrafare è cm 15 x 20).
E’ vero che gli inchiostri vinilici sono altamente tossici?
Si possono uare inchiostri ad acqua su shoppers di carta?
In base a che cosa si stabiliscono i n. di fili del telaio?
Grazie

Fiorella, Sapri

L’acquisto della macchina da stampa l’avete fatto giusto: la TES 1B è l’attrezzo adatto per le buste shopper, e non solo per quelle. Se mi dite quali inchiostri avete acquistato, se sono tra quelli commercializzati da CPL Fabbrika, vi farò avere immediatamente le schede tecniche a mezzo e-mail, senza obbligo di acquisto da parte vostra. La grandezza di un telaio si calcola così: il decoro inciso deve essere distante almeno 10 cm da ogni lato del telaio; esempio: un disegno di cm 15×20 ha bisogno di un telaio con misure interne di cm 35×40. Se leggermente maggiori, ancora meglio. Non escludo che esistano ancora in commercio inchiostri vinilici altamente tossici. Posso sicuramente affermare che quelli da noi commercializzati (Quasar Serigloss e Quasar Serimat, rispettivamente a finitura lucida e opaca) non lo sono, in quanto classificati “Toys”, ed esenti da sostanze pericolose quali piombo, antimonio, arsenico, bario, cadmio, cromo, mercurio, selenio. Sono per questo in aderenza alla legge della Comunità Europea n. 189 e possono essere utilizzati nel settore del giocattolo e in quello alimentare. A richiesta possiamo fornire per e-mail le schede tecniche e quelle tossicologiche. Su shopper di carta consiglio un inchiostro vinilico, quelli ad acqua non sono adatti. I numeri di fili del telaio si stabiliscono in base alle caratteristiche dell’inchiostro (è scritto sulla scheda tecnica di ogni inchiostro) e in base alle caratteristiche del disegno che si va a stampare. Per le vostre applicazioni può andare bene un 100 fili/cm per le scritte e un 62 fili/cm per i fondi.

 Hai anche tu una curiosità o una domanda per noi? Scrivi qui >>
 Vuoi condividere la tua esperienza e il tuo lavoro con colleghi e appassionati? Partecipa al Forum >>

Può interessarti anche

Stampare in Serigrafia o in Digitale: ecco come scegliere Vorremmo indicazioni sui materiali necessari per stampare sulla Carta di Canapa. Ci sono stati indicati due processi in particolare: - stampa serigrafica - stampa digitale Potete fornirci maggiori dettagli in merito, come la differenza tra i du...
Come stampare su un libro rilegato la fincatura di un modulo? Come posso stampare su un libro rilegato e bollato la fincatura di un modulo? Glauco Probabilmente si riesce a fare con la stampa serigrafica. Occorre un banco serigrafico che dia la possibilità di regolare in altezza il piano del telaio, in modo ...
Due modi per fissare la tela al telaio per serigrafia Come si attacca la tela al telaio serigrafico? Mi è sempre stato detto che sarebbe meglio attaccarla a "lato" della cornice. È corretto? Marco La tela per serigrafia può essere fissata al telaio in due modi: - Come si faceva un tempo, utilizzan...

COMMENTA E CONDIVIDI

Powered by Facebook Comments

, ,

Vuoi scriverci una domanda?

franco ratto Sono Franco responsabile tecnico di CPL Fabbrika. Sono a tua disposizione per tutte le domande tecniche, commerciali e tutte le curiosità sui prodotti.
Se vuoi scrivermi, clicca qui >>


angelo barzaghi Sono Angelo Barzaghi, serigrafo e docente dell'Accademia Serigrafica. Sono a tua disposizione per tutte le domande tecniche sulla serigrafia e sul transfer serigrafico.
Se vuoi scrivermi, clicca qui >>
inizio serigrafia