Come usare la lamina oro e argento nella stampa serigrafica

Come usare la lamina oro e argento nella stampa serigrafica

Buongiorno, la mia richiesta è inerente all’utilizzo della lamina oro/argento … credo vs. alufin Dovrei eseguire dei test per capire il risultato visivo su magliette e cappellini… la mia domanda è inerente alla procedura esecutiva per la realizzazione… 1 stampa serigrafica della colla? Che tipo di collante mi consiglia? 2 pressa quanti gradi e quanto tempo? 3 Dovendo realizzare una ipotetica fornitura di qualche migliaio di magliette e cappellini possiamo stampare la colla su tutta la fornitura e poi pressarle oppure il passaggio in pressa deve essere eseguito in tempi brevi dopo la stampa del collante? 4 il lavaggio ripetuto della maglietta post produzione con lamina crea problemi? Mi scuso per le eccessive domande ma non abbiamo mai utilizzato questa tecnica.

Stefano, Trieste

La colla per lamina può essere di due tipi:

Texicoll, a base acqua: si stampa a 34 fili, si asciuga a 100°C, si trasferisce a 160°C per 14 secondi

Plast PF Transfer Trasparente: si stampa a 43 fili, si asciuga a 100°C; si trasferisce a 180°C per 10-12 secondi.

La soluzione plastisol è preferibile ogni volta che il tessuto può sopportare la temperatura di 180°C: infatti l’adesivo plastisol non asciuga sul telaio e si stampa con maggiore facilità.
E’ possibile stampare la colla su tutti i pezzi e asciugarla a 100°c, in modo che i pezzi siano manipolabili e sovrapponibili. In qualunque momento, dopo, può essere effettuato il trasferimento.

La tenuta al lavaggio della colla è ottima. E’ limitata, semmai, la tenuta al lavaggio della lamina, che con il tempo tende a screpolare e a perdere lucentezza. Per questo motivo si consiglia di aggiungere alla colla plastisol una piccola percentuale di plastisol oro o argento, a seconda del tipo di lamina, ottenendo così una colla del medesimo colore. In questo modo sotto le screpolature della lamina appare il medesimo colore, riducendo l’effetto “invecchiato”.

Le maglie con lamina devono in ogni modo essere lavate a temperatura max 30°C, con il disegno rivoltato all’interno.

 Hai anche tu una curiosità o una domanda per noi? Scrivi qui >>
 Vuoi condividere la tua esperienza e il tuo lavoro con colleghi e appassionati? Partecipa al Forum >>

Può interessarti anche

Ecco gli accorgimenti per colorare a pennello una tshirt stampata in serigrafia Ho stampato alcune Tshirt con  un colore bianco o nero, Texprint. Se prendessi un altro colore (rosso, verde ecc) potrei utilizzarlo con il pennello a mano sopra le magliette (dopo aver stampato le grafiche fatte con il telaio), per avere dei dettagl...
Le lamine tengono al lavaggio a secco? Le lamine tengono al lavaggio a secco? Luca Le lamine tengono al lavaggio a secco nel senso che la colla che le trattiene al tessuto non si stacca. Tuttavia occorre considerare che la superficie della lamina è molto delicata: infatti, se lavata in...
Si può stampare su tessuto senza una stampante né una pressa a caldo? Sono un artigiano alle prime armi, dovrei stampare su tessuto tipo raso lucido alcuni disegni con soggetti diversi. Alcuni sono scritti, altri sono fotografie. Non ho una stampante né una pressa a caldo. Come posso fare? Vincenzo, Salerno È impossi...

COMMENTA E CONDIVIDI

Powered by Facebook Comments

,

Vuoi scriverci una domanda?

franco ratto Sono Franco responsabile tecnico di CPL Fabbrika. Sono a tua disposizione per tutte le domande tecniche, commerciali e tutte le curiosità sui prodotti.
Se vuoi scrivermi, clicca qui >>


angelo barzaghi Sono Angelo Barzaghi, serigrafo e docente dell'Accademia Serigrafica. Sono a tua disposizione per tutte le domande tecniche sulla serigrafia e sul transfer serigrafico.
Se vuoi scrivermi, clicca qui >>
inizio serigrafia