Il transfer serigrafico. Attrezzature e costi

laboratorio per transfer serigrafico

Salve, oltre alla termopressa, quali sono gli accessori che servono per essere autosufficienti nella stampa di t-shirt e polo? Serve un essiccatore? Quanto costa preparare un transfer, per esempio a tre colori? Quanto costa la carta transfer? Quanto verrei a spendere per avere un impianto completo? Grazie

Luca

Immagino che l’obiettivo sia stampare con tecnica serigrafica, e quindi preparare transfer serigrafici.

I transfer serigrafici sono consigliabilli per le stampe a più di un colore; per le stampe a un solo colore è più pratico seguire il metodo della stampa diretta, e per fare ciò è sufficiente un banco per tshirt a un colore.
Si possono vedere e valutare i vari modelli, dal più semplice al più professionale, alla pagina del sito dedicata i banchi da stampa manuale.

In particolare, si consiglia di guardare con attenzione il Banco Manuale T-Shirt Eco, il Banco Manuale T-Shirt 1 colore.

Se si pensa di stampare soltanto su foglio transfer, allora va benissimo anche un banco manuale senza tavola di stampa sopraelevata; come, per esempio, il Banco Manuale 1 colore microregolazioni.

Se il numero di stampe è elevato
, sicuramente un essiccatore è utile, per posare i fogli o le maglie appena stampate. Si trovano essiccatori economici alla pagina dedicata ai forni e agli essiccatoi.

E’ impossibile valutare il costo di un transfer, perché intervengono vari costi e molto dipende dal numero di esemplari che si andrà a stampare. Per un transfer a 3 colori occorrono tre telai, uno per colore, e il loro costo è di circa 30 euro cadauno, inciso e pronto per la stampa.

Il foglio di transfer 70×100 cm, da tagliare in almeno 4 parti, costa € 0,87 cadauno.

Per ottenere i transfer è meglio utilizzare inchiostri plastisol, la cui prima asciugatura può essere effettuata con la stessa termopressa che si usa per il trasferimento.

Il costo compelssivo dell’attrezzatura varia a seconda del modello di banco utilizzato.

Comunque la dotazione ottimale consiste in: una termopressa, un banco t-shirt (più versatile di un banco per stampa in fogli), un essiccatoio anche di formato piccolo (70×100), pochi economici accessori come racle e spatole.

Consiglio l’acquisto del DVD didattico di Angelo Barzaghi sul transfer serigrafico.

COMMENTA E CONDIVIDI

Hai anche tu una curiosità o una domanda per noi?

SCRIVI QUA

Vuoi condividere la tua esperienza e il tuo lavoro con colleghi e appassionati?

PARTECIPA AL FORUM

Scrivo per chiederle alcuni consigli sulla stampa sulla seta di cotone. Questa stoffa servirà per confezionare dei cuscini. Qual è...

Mi è successo di riscontrare dei problemi sulla tenuta al lavaggio di alcune t-shirt stampate con inchiostro Texprint ad acqua...

Ho stampato alcune Tshirt con  un colore bianco o nero, Texprint. Se prendessi un altro colore (rosso, verde ecc) potrei...

Sono uno studente universitario studio presso la facoltà di design. Volevo chiedere quale fosse la tecnica migliore per stampare su...

Volevo creare degli adesivi o trasfer con tematica militare da applicare ai busti delle minifigures della Lego. Secondo lei come...

Le lamine tengono al lavaggio a secco? Luca Le lamine tengono al lavaggio a secco nel senso che la colla...

Sono un artigiano alle prime armi, dovrei stampare su tessuto tipo raso lucido alcuni disegni con soggetti diversi. Alcuni sono...

Ho problemi con gli inchiostri, i telai li ho incisi perfettamente, ma quando vado a stendere le vernici sulla maglia,...

Sono un hobbista e faccio coltellini a serramanico, volevo chiedervi come potrei fare a personalizzare con nome o logo le...