Ottenere un buon nero coprente su pellicole da serigrafia con la stampante laser

Ottenere un buon nero coprente su pellicole da serigrafia con la stampante laser


Buongiorno Franco, le chiedo se è possibile ottenere un buon risultato di coprenza del nero sul foglio di acetato con una semplice stampante laser e il density toner? Come si utilizza questo prodotto? Infine utilizzo come inchiostro il texprint mono nero da 1 kg, ma vorrei una stampa più morbida e dalla tinta più opaca, ho provato a diluire con acqua, ma mi pare ci sia un additivo apposito, lei cosa mi consiglia?

 

Giovanni, Modena

Per ottenere un buon nero coprente su pellicola con la stampante laser, occorre stampare su supporto di poliestere bimattato: è stabile dimensionalmente e trattiene bene il toner della stampante.
Trova il poliestere bimattato in due formati.

Può capitare che su vaste aree di nero la coprenza del toner sia insufficiente. In questo caso con il Density Toner si migliora notevolmente la situazione, anche se il prodotto non fa miracoli.
Il Density toner è in bomboletta spray: si spruzza alla distanza di 20 cm sul foglio di poliestere tenuto in verticale, fino a che non cola. Allora si posa il foglio in orizzontale e si aspetta circa 30 secondi che il liquido asciughi;la coprenza è a questo punto sufficiente per utilizzare la pellicola come matrice di stampa, per impressionare un telaio.

Nel caso che la stampante, per motivi suoi, depositi troppo poco toner, e se le caratteristiche del disegno/scritta lo consentono, si usa anche un altro accorgimento: si stampa in doppia copia e si uniscono le due copie a sandwich, con il disegno perfettamente a registro.

Argomento Inchiostro Nero a base acqua:
tutti gli inchiostri a base acqua, se stampati a basso numero di fili, tendono a spaccare, specie su tessuti elastici.
In più il nero, a differenza degli altri inchiostri ad acqua, tende a essere più lucido.
Consiglio di utilizzare il nero della linea Modatex, di stampare ad alto numero di fili (77 fili) e di additivare l’inchiostro con il prodotto Soft Feel, disponibile su richiesta e non presente sul sito.
Il risultato è uno strato sottile di inchiostro, piuttosto elastico, dalla superficie più morbida.

 Hai anche tu una curiosità o una domanda per noi? Scrivi qui >>
 Vuoi condividere la tua esperienza e il tuo lavoro con colleghi e appassionati? Partecipa al Forum >>

Può interessarti anche

I consigli per preparare le pellicole per serigrafia in casa Sono un "elettronico" e realizzo in proprio i circuiti stampati con il metodo della fotoincisione. Mi trovo a dover stampare dei master su supporto trasparente. La stampa con raggi UV avviene in positivo pertanto il disegno deve avere la parte in ner...
Come incidere un telaio con una gelatina senza diazo Mi è stato regalato tutto l'occorrente per la stampa serigrafica, tra cui due telai da 55 e 77 fili e come prodotto per l'emulsione la SceenSol SH One. Nonostante i mille tentativi e due telai ritelati, non ne vengo a capo. Ho un faretto alogen...
Come scegliere il giusto retino per la stampa serigrafica Faccio serigrafia da 15 anni e il punto critico e sempre lo stesso: la stampa di retini che molto spesso sono o troppo pieni o con effetto moirè! Stampo sempre su materiali lisci (lorica). Mi può dare qualche consiglio? Cristian, Covolo di Pederobba...

COMMENTA E CONDIVIDI

Powered by Facebook Comments

Vuoi scriverci una domanda?

franco ratto Sono Franco responsabile tecnico di CPL Fabbrika. Sono a tua disposizione per tutte le domande tecniche, commerciali e tutte le curiosità sui prodotti.
Se vuoi scrivermi, clicca qui >>


angelo barzaghi Sono Angelo Barzaghi, serigrafo e docente dell'Accademia Serigrafica. Sono a tua disposizione per tutte le domande tecniche sulla serigrafia e sul transfer serigrafico.
Se vuoi scrivermi, clicca qui >>
inizio serigrafia