Inchiostro vinilico e inchiostro epossidico. La differenza

buon giorno vorrei cortesemente sapere cosa e che differenze esistono tra un’inchiostro Vinilico e un’inchiostro Epossidico.
Grazie

simone, milano

L’inchiostro vinilico è monocomponente, indurisce per evaporazione dei solventi in esso contenuti ed è adatto alla stampa su carta, cartone, legno naturale, pvc e altri tipi di plastiche.

L’inchiostro epossidico è bicomponente, quindi richiede l’aggiunta di un catalizzatore che favorisce il processo di indurimento e di adesione al supporto. Si utilizza per la stampa su metallo non smaltato, su vetro, su ceramica.

COMMENTA E CONDIVIDI

Hai anche tu una curiosità o una domanda per noi?

SCRIVI QUA

Vuoi condividere la tua esperienza e il tuo lavoro con colleghi e appassionati?

PARTECIPA AL FORUM

Devo acquistare una tipologia di colore per l'utilizzo su superficie di alluminio verniciate a polveri e cotte successivamente in forno....

Vorrei personalizzare (con loghi e disegni) delle racchette da beach tennis in legno. Vorrei sapere qual è la miglior tecnica...

Vorrei personalizzare cuscini da mare e tagliandi porta assicurazione. Bisogna usare un inchiostro a base solvente? Esiste un catalizzatore per...

Sono un designer e sto collaborando con un'azienda per realizzare orologi in legno. Siamo ormai vicini al prodotto finale, ma...

Costruisco tavole da surf e vorrei sapere se è possibile utilizzare la stampa serigrafica per il mio logo. Le spiego:...

Mi occupo di produzione di audiocassette. Avrei l'esigenza di stampare a un colore sulle audiocassette. Volevo chiedervi gentilmente quale tecnica e...

Sono completamente a digiuno di tecnica serigrafica ma intuisco che forse può aiutarmi a risolvere alcuni problemi. Essendo un appassionato...

Dovrei stampare delle grafiche e dei testi nella parte interna di un arco in legno, quindi una superficie curva rigida....

È possibile utilizzare una gelatina nata per inchiostri a base solvente se stampo con colori ad acqua? Purtroppo mi hanno venduto...