Inchiostro vinilico e inchiostro epossidico. La differenza

buon giorno vorrei cortesemente sapere cosa e che differenze esistono tra un’inchiostro Vinilico e un’inchiostro Epossidico.
Grazie

simone, milano

L’inchiostro vinilico è monocomponente, indurisce per evaporazione dei solventi in esso contenuti ed è adatto alla stampa su carta, cartone, legno naturale, pvc e altri tipi di plastiche.

L’inchiostro epossidico è bicomponente, quindi richiede l’aggiunta di un catalizzatore che favorisce il processo di indurimento e di adesione al supporto. Si utilizza per la stampa su metallo non smaltato, su vetro, su ceramica.

COMMENTA E CONDIVIDI

Hai anche tu una curiosità o una domanda per noi?

SCRIVI QUA

Vuoi condividere la tua esperienza e il tuo lavoro con colleghi e appassionati?

PARTECIPA AL FORUM

È possibile serigrafare delle bottiglie di vetro già piene (di vino, nel mio caso) oppure le bottiglie subiscono trattamenti di...

Devo acquistare una tipologia di colore per l'utilizzo su superficie di alluminio verniciate a polveri e cotte successivamente in forno....

Vorrei personalizzare (con loghi e disegni) delle racchette da beach tennis in legno. Vorrei sapere qual è la miglior tecnica...

Vorrei personalizzare cuscini da mare e tagliandi porta assicurazione. Bisogna usare un inchiostro a base solvente? Esiste un catalizzatore per...

Sono un designer e sto collaborando con un'azienda per realizzare orologi in legno. Siamo ormai vicini al prodotto finale, ma...

Costruisco tavole da surf e vorrei sapere se è possibile utilizzare la stampa serigrafica per il mio logo. Le spiego:...

Mi occupo di produzione di audiocassette. Avrei l'esigenza di stampare a un colore sulle audiocassette. Volevo chiedervi gentilmente quale tecnica e...

Sono completamente a digiuno di tecnica serigrafica ma intuisco che forse può aiutarmi a risolvere alcuni problemi. Essendo un appassionato...

Dovrei stampare delle grafiche e dei testi nella parte interna di un arco in legno, quindi una superficie curva rigida....