Consigli d’esposizione con un bromografo da serigrafia autocostruito

Consigli d’esposizione con un bromografo da serigrafia autocostruito

Salve! Sono una neofita della serigrafia. Per iniziare, ho costruito un espositore con 4 neon standard da 18 w, utilizzando una plafoniera e sostituendo gli starter che erano già presenti con starter elettronici. Ogni volta che provo ad impressionare il telaio, qualsiasi tempo di esposizione io utilizzi (5-7-8 minuti), la gelatina che non viene lavata via dall’acqua in fase di sviluppo presenta delle strisce più scure in corrispondenza della porzione di telaio posto direttamenrte sopra alla luce dei neon. Come mai? Come posso risolvere il problema? Il mio espositore è molto simile a quello ECO venduto da CPL fabbrika; la distanza neon-vetro è intorno ai 10 cm. Grazie in anticipo della risposta, mi sarebbe davvero di grande aiuto.

Sarah, Milano

La distanza di circa 10 cm tra i neon e il telaio è corretta.
Non mi dice però quale è la distanza tra un neon e l’altro: dovrebbero esserci max 8 cm di spazio vuoto tra due tubi.

Il motivo delle striature è che l’esposizione delle varie aree del disegno non è uniforme: immediatamente sopra al neon arriva sul telaio più luce che lateralmente.
Questo fenomeno è tanto più visibile quanto più insufficiente è l’esposizione e quanto più sono distanti uno dall’altro i neon.

Non ho informazioni circa il tipo di luce neon utilizzata (bianca oppure UV?) e circa l’emulsione utilizzata, infatti tra le due cose c’è uno stretto rapporto.

Tenga presente che utilizzando neon a luce bianca e emulsione classica al diazo, in un espositore con le caratteristiche descritte, il tempo di esposizione è di circa 30 minuti, ben più quindi che 7 od 8.
Utilizzando invece luci neon UV, con la medesima emulsione al diazo, il tempo di esposizione si riduce a circa 5 minuti.

Con un altro tipo di emulsione particolare, come la QLT pronta all’uso e senza diazo, il tempo di esposizione a luce bianca è di circa 4 minuti, mentre il tempo di esposizione a luce UV è di circa 1 minuto e mezzo.

Credo che con queste indicazioni le sia possibile fare altre prove e apportare le variazioni necessarie.

 Hai anche tu una curiosità o una domanda per noi? Scrivi qui >>
 Vuoi condividere la tua esperienza e il tuo lavoro con colleghi e appassionati? Partecipa al Forum >>

Può interessarti anche

Alcuni chiarimenti sul Kit per incidere i telai Vorrei avere alcune informazioni sull'articolo "Neon UV per incisione telai. Kit di 6 Pezzi" Il Kit comprende anche i cavi per collegarli? Che attacco hanno? Sono lunghi di 65 cm o 120 cm? Samuele I "neon UV per incisione telai - kit di 6 pezzi" c...
Serigrafia: l’emulsione adatta per incidere i telai con la luce del sole Quale emulsione è adatta per incidere il telaio con la luce del sole? Gabriele L'esposizione con luce solare è sicuramente possibile, ma sarà piuttosto difficile tare il tempo di esposizione, in quanto la luce solare è molto variabile. Le consig...
Facciamo chiarezza sui tempi di esposizione di un telaio serigrafico con luce alogena Ho una luce alogena da 500W e ho utilizzato l’emulsione a Diazo Screen Sol RM Blu. Qual è il tempo giusto di esposizione e la distanza del telaio? Nicola Premetto che la luce alogena da 500 W (luce bianca) non è la sorgente di illuminazione più ada...

COMMENTA E CONDIVIDI

Powered by Facebook Comments

Vuoi scriverci una domanda?

franco ratto Sono Franco responsabile tecnico di CPL Fabbrika. Sono a tua disposizione per tutte le domande tecniche, commerciali e tutte le curiosità sui prodotti.
Se vuoi scrivermi, clicca qui >>


angelo barzaghi Sono Angelo Barzaghi, serigrafo e docente dell'Accademia Serigrafica. Sono a tua disposizione per tutte le domande tecniche sulla serigrafia e sul transfer serigrafico.
Se vuoi scrivermi, clicca qui >>
inizio serigrafia