Transfer Laser e Serigrafia a confronto

Transfer Laser e Serigrafia a confronto
Devo stampare delle t-shirt, pochi esemplari al giorno, e mi pare di capire che il metodo migliore sia quello del transfer digitale. Come mai si consiglia una stampante laser e non una inkjet?
Le stampanti che mi ha fatto vedere sono tutte A4, non ne avete in grado di stampare anche A3?
Se la mia attività dovesse andare bene, e arrivassi a stampare più di 50 t-shirt al giorno, queste attrezzature andrebbero ugualmente bene? Il plotter da taglio quindi non mi servirebbe?

Roberto

La gamma delle carte transfer laser è molto più estesa rispetto a quella delle ink jet: in pratica esiste una carta transfer laser per tutto, dalla stoffa al metallo al legno, ecc.
La gamma delle carte transfer per ink jet, invece, è limitata ai tessuti chiari e ai tessuti colorati.
In più, esistono carte transfer laser autoscontornanti, che non necessitano di plotter da taglio per scontornare l’immagine.
Non esistono invece carte transfer ink jet autoscontornanti e perciò o le tagliamo a cutter, oppure a forbice, oppure acquistiamo il plotter da taglio.

Una buona stampante laser dà un’ottima resa di colore. In più, esistono anche le laser che stampano il bianco risolvendo perciò qualsiasi tipo di riproduzione del colore. Non esistono invece inkjet che stampano il bianco.
Esistono anche stampanti laser OKI in A3, che non pubblichiamo sul sito in quanto molto costose e poco richieste. Comunque le commercializziamo e siamo in grado di presentare un’offerta.

50 maglie al giorno non sono un numero elevato. E comunque, se si tratta sempre di pochi esemplari per ogni disegno, la stampa digitale rimane la più economica.
L’esigenza della stampa serigrafica sorge quando si devono produrre più di 30 copie del medesimo disegno. Con circa 30 copie il costo della matrice di ammortizza e la serigrafia diventa competitiva. Naturalmente se si stampa ad un solo colore. Se si aumenta il numero dei colori la serigrafia diventa competitiva su quantitativi molto superiori.

Il plotter da taglio è indispensabile per tagliare il poliestere con trasferimento a caldo, tipicamente i numeri delle maglie del calcio. E’ anche indispensabile, come già detto, con le carte transfer inkjet.
Può essere superfluo per le carte transfer laser che, anche nel tipo non autoscontornante, presentano una pellicola estremamente sottile e quasi non avvertibile.

 Hai anche tu una curiosità o un domanda per noi? Scrivi qui >>
 Vuoi condividere la tua esperienza e il tuo lavoro con colleghi e appassionati? Partecipa al Forum >>

Può interessarti anche

La tecnica per stampare su soldatini e minifigures Volevo creare degli adesivi o trasfer con tematica militare da applicare ai busti delle minifigures della Lego. Secondo lei come posso fare per creare le divise e poi applicarle sul torso della minifigura? Massimiliano Per personalizzare piccoli og...
L’investimento minimo per avviare un laboratorio con termopresse e plotter Buongiorno, io e mia moglie abbiamo deciso di liberare la mansarda per fare un laboratorio di stampa su magliette, cappellini e poi vedremo. L'investimento non deve essere eccessivo perché il lavoro ci impegna abbastanza e quindi il tempo da dedic...
Fumi fastidiosi durante il transfer. Dipende dalla carta? Vorrei sapere se i fumi sviluppati durante la stampa con carta transfer sono tossici. La utilizzo in una piccola stampa e sento sempre un fastidio alla gola. Federica, Nola Di norma le carte transfer riscaldate non emettono fumi. E...

COMMENTA E CONDIVIDI

Powered by Facebook Comments

Vuoi scriverci una domanda?

franco ratto Sono Franco responsabile tecnico di CPL Fabbrika. Sono a tua disposizione per tutte le domande tecniche, commerciali e tutte le curiosità sui prodotti.
Se vuoi scrivermi, clicca qui >>


angelo barzaghi Sono Angelo Barzaghi, serigrafo e docente dell'Accademia Serigrafica. Sono a tua disposizione per tutte le domande tecniche sulla serigrafia e sul transfer serigrafico.
Se vuoi scrivermi, clicca qui >>
inizio serigrafia