Prove di incisione cliché per tampografia

salve,sono stato assunto da 1 mese in un’azienda con la mansione di stampatore tampograf. … ho esperienza trentennale come fotolitogr e operatore CTP. vorrei capire perchè devo posare il clichè due volte ( prima volta con l’immagine e la seconda con un retino ) se poi in stampa ho problemi di coprenza e sono obbligato a stampare con la doppia battuta perdendo un sacco di tempo? usiamo clichè rossi posando 6 min.+ 6 min con un retino 60 linee, sviluppo in bacinella con spazzola adatta per 1,10 min. circa. ringrazio fin d’ora chi mi sarà d’aiiuto.

klaive25, baldichieri d’asti

Le propongo un interessante test, con cliché a perdere: provi a esporre il cliché solo la prima volta, con l’immagine, e poi sviluppi:  otterrà un cliché dove l’immagine è costituita da una depressione del polimero, come uno scavo di profondità costante, dove il calamaio della macchina tampo va a depositare una grande quantità di inchiostro, e dove il tampone va a immergersi, specie se il disegno ha una campitura di colore  vasta.

Provi invece a fare un cliché del medesimo disegno con le due esposizioni: sviluppando, in corrispondenza del disegno, otterrà non più una depressione, ma una superficie retinata, costituita cioè da tante minuscole depressioni. In questo modo il tampone non sprofonda nell’avvallamento, perché appoggia sui punti in elevazione; di conseguenza la quantità di inchiostro prelevata è inferiore.

Per quanto riguarda la coprenza: il retino normalmente usato per tampo è 120 linee per cm e densità 90%; mi pare che 60 linee sia troppo poco e forse è per questo motivo che l’inchiostro prelevato dal tampone è poco. Controlli anche, se il tampone è nuovo, se è stato debitamente sgrassato, in quanto l’olio di silicone cosparso sui tamponi nuovo impedisce la presa dell’inchiostro. Ai fini della coprenza è anche importante diluire correttamente l’inchiostro: la diluizione teorica corretta è 20% diluente 80% ink.

Se l’inchiostro è troppo viscoso non si stende correttamente, quindi occorre aggiungere diluente. Se, invece, la stampa presenta di buchi, potrebbe essere necessario aggiungere agente livellante all’inchiostro.

I tempi di esposizione che lei usa potrebbero essere corretti e dipendono dal suo bromografo; comunque il tempo più critico, da tarare con precisione, non è tanto il primo, quanto quello con il retino. Per aumentare la profondità dell’incisione , provi a ridurlo.

 

 

COMMENTA E CONDIVIDI

Hai anche tu una curiosità o una domanda per noi?

SCRIVI QUA

Vuoi condividere la tua esperienza e il tuo lavoro con colleghi e appassionati?

PARTECIPA AL FORUM

Le chiedo un informazione sui clichés tampografici. È possibile che sul cliché, una volta effettuata la pulizia con l'alcol, si...

Ho necessità di stampare alcuni loghi di dimensione massima 100x60mm in verticale su bottiglie di ceramica e vetro. Posso ottenere...

Ho problemi nell'incisione del polimero per tampografia. Quando inizio a stampare mi rimane una gran quantità di colore sulla lastra...

Vorrei delle informazioni sull'incisione del cliché per tampografia. Dopo averlo inciso questo risulta avere dei puntini in positivo che evitano...

Dopo l'incisione del lastrino per tampografia, dove e come si conservano i lastrini e per quanto tempo restano alla prossima...

Stampo in tampografia e vorrei sapere se la qualità di una pellicola creata con il KIT ESCO IN PELLICOLA ed...

Quanti cliché posso inserire in un lastrino 200x100 da tampografia stampando delle penne. Considerando che ho una tampografica manuale da...

Ho visto sul vostro sito che ci sono molte info in merito alla stampa tampografica. Dovrei effettuarne una su tiratura...

Perchè le incisioni di piccole dimensioni su clichè neri non vengono fuori bene? Abbiamo fatto fare fuori il clichè in...