Stendere gli inchiostri all’acqua con il pennello direttamente sulla stoffa

usare inchiostri serigrafici con il pennello sulla stoffa
Vorrei sapere se è possibile stendere gli inchiostri serigrafici texprint mono direttamente sulla stoffa, utilizzando pennelli o rulli per pittura; é possibile ottenere una coprenza uniforme con questo metodo? Nel caso si possono stendere più strati di inchiostro uno sull’altro per creare un maggiore spessore?

Sonia, Luino

Gli inchiostri Texprint Mono sono perfettamente adatti all’applicazione che lei descrive, fatte salve alcune osservazioni:

– La superficie finale del Texprint Mono, tipico inchiostro a base acrilica, è di sicuro rigida, tanto rigida che piegando la stoffa potrebbe spaccare, specie se lo strato è molto spesso.

– Per stendere a rullo o a pennello l’inchiostro, questo va reso meno viscoso con aggiunta di acqua. Perciò si riduce la coprenza e il residuo solido che si deposita. Per ottenere il suo scopo dovrà effettuare molte stese in sovrapposizione.

– Il Texprint Mono è autoreticolante, cioè diventa resistente ai lavaggi semplicemente asciugando a temperatura ambiente. Questo processo, come per qualunque acrilico, si completa in circa 5 giorni, quindi ben oltre l’essiccazione “a vista”.

Per stendere a rullo o a pennello l’inchiostro, questo va reso meno viscoso con aggiunta di acqua. Perciò si riduce la coprenza e il residuo solido che si deposita.

Ma, se lo strato è pesante, gli strati più interni potrebbero non reticolare completamente, oppure impiegare troppo tempo. Per risolvere la cosa è possibile aggiungere al Texprint Mono il Texprint Catalizzatore Universale, che vendiamo in confezioni da 50 ml e da 1000 ml. In questo modo la reticolazione è assicurata anche in tempi brevi.
Naturalmente occorre catalizzare solo la quantità di inchiostro che si prevede di utilizzare, in quanto l’inchiosttro catalizzato è lavorabile per circa 4 ore, poi indurisce.

– Tutto quanto detto sopra vale anche per i nostri Inchiostri “Fai da TE”, che non sono altro che Texprint Mono venduti con base neutra separata, e coloranti concentrati in confezioni da 100 grammi. Nel suo caso occorre la Texprint Base Universale, che è più coprente e ha più residuo secco della Base Extra Soft. Questa soluzione risulta più economica e le riduce la quantità di inchiostro sugli scaffali.

COMMENTA E CONDIVIDI

Hai anche tu una curiosità o una domanda per noi?

SCRIVI QUA

Vuoi condividere la tua esperienza e il tuo lavoro con colleghi e appassionati?

PARTECIPA AL FORUM

Vorrei farvi delle domande sugli inchiostri da serigrafia: possono essere utilizzati per dipingere a mano su tessuto, con pennello o...

Quali sono gli inchiostri migliori da usare per un evento di serigrafia dal vivo su t-shirt? Ragionandoci credo che gli...

Vorrei specializzarmi nella stampa su carta con inchiostri base acqua, però nelle ultime stampe sto avendo qualche problema. L'inchiostro che...

Da poco ho fondato un piccolo marchio di abbigliamento (per ora magliette felpe e cappellini) producendo tramite terzi un centinaio...

Riscontro troppi problemi sulla stampa con colori all'acqua. Ho provato tre o quattro tipi di inchiostri base acqua e asciugatura...

Mi è successo di riscontrare dei problemi sulla tenuta al lavaggio di alcune t-shirt stampate con inchiostro Texprint ad acqua...

Ho stampato alcune Tshirt con  un colore bianco o nero, Texprint. Se prendessi un altro colore (rosso, verde ecc) potrei...

Ho acquistato da voi l'inchiostro Texprint Mono per serigrafia. Il problema è che, soltanto dopo due stampe, le altre cominciano...

Stampo da poco magliette utilizzando colori ad acqua e vorrei sapere, avendo letto che il bianco da parecchi problemi se...