Bolle sul transfer serigrafico. Come risolvere?

transfer-serigrafico
Salve, sto per avviare un laboratorio di stampa digitale e serigrafica ma sto avendo problemi con i transfer serigrafici e non riesco a capire se è un problema di inchiostri o della temperatura del forno.
In pratica si formano dei puntini (come delle bolle d’aria). Come posso risolvere?
Inoltre volevo anche chiedervi se per le stampe a più colori è preferibile utilizzare gli inchiostri vinilici e come posso ottenere le varie tonalità di colore miscelando CMYN.

Marco, Caserta

 

L’inchiostro più adatto per realizzare i transfer serigrafici è senza alcun dubbio il plastisol.
Difficile dare risposte con così pochi elementi. Potrebbe descrivere il problema specificando tutte le fasi della lavorazione? (tipo e marca di carta – temperatura di pre-asciugamento del transfer – modalità di trasferimento)

Posso anticiparti però che la stampa su transfer (parlo del supporto) va passata in forno ad una temperatura non superiore ai 100-110°, questo perché il plastisol deve “gelificare” e non fondere, pertanto le bolle che rilevi potrebbero essere causate dalla eccessiva temperatura di asciugatura.

Oppure: se i puntini, o bolle d’aria, si formano sulla carta transfer appena stampata, potrebbe dipendere dalla carta transfer che usi, che rifiuta il plastisol.
Mi confermi che è come se l’inchiostro “ritirasse” e lasciasse un buco privo di inchiostro?

Per capire le varie fasi del transfer serigrafico è molto utile il dvd didattico di Angelo Barzaghi

Per quanto poi riguarda le stampe a più colori, se parli di abbigliamento e stampa diretta direi proprio che i vinilici siano i meno adatti. Plastisol tutta la vita, almeno agli inizi, proprio per la sua versatilià e estrema facilità di stampa.

Occhio ai telai che abbiano con il giusto numero di fili; evita, se puoi l’uso di maglie troppo larghe come 43 o 55 fili quando si parla di stampa a più colori.

Ovviamente non è così facile semplificare un discorso così complesso in termini soprattutto di varianti, ma direi che con questi pochi punti essenziali tu possa iniziare quantomeno ad aggiustare il tiro.

REGISTRATI E CREA LA TUA PERSONALE GUIDA ALLA SERIGRAFIA

  • Aggiungi più informazioni

  • Aggiungi il tuo logo o una tua foto. Max 1MB
  • Scrivi una breve presentazione della tua attività. Il più possibile inedita.
  • Inserisci qui l'indirizzo della tua attività
  • Indica quali sono i settori della tua attività, puoi selezionare più di un settore
  •  

Perchè Registrarsi?

  • Salva gli articoli che ti interessano
  • Consultali quando ne hai bisogno
  • Ricevi la nostra newsletter i con consigli per chi stampa
  • Scarica un Ebook con le storie dei serigrafi italiani
  • Ottieni il 5% di sconto su tutti i nostri prodotti

COMMENTA E CONDIVIDI

Hai anche tu una curiosità o una domanda per noi?

SCRIVI QUA

Vuoi condividere la tua esperienza e il tuo lavoro con colleghi e appassionati?

PARTECIPA AL FORUM

La carta transfer…

Dovrei stampare immagini su bottiglie in ceramica, con stampante laser a colori e senza termopressa, ma cuocendo in forno. Che carta...

L'inchiostro serigrafico che aderisce meglio al dacron è il Nyloflex. Può essere necessario, quando si utilizzano altre tecniche di stampa,...

Quale è la…

Nel mondo della serigrafia la stampa UV si fa con inchiostri UV di vario colore, per ottenere qualsiasi tipo di...

Come si realizza…

La soluzione al problema è piuttosto semplice: è sufficiente comporre un inchiostro che contenga polvere luminescente. Per consigliare la base...

Solitamente gli inchiostri ad acqua richiedono telai con una filatura non maggiore di 77 fili, ma dipende dall'inchiostro. La filatura...

Un inchiostro adatto alla stampa sui leggins è il plastisol, additivato con Additivo E che è un elasticizzante. Il tessuto dei...

I residui di lavorazione della serigrafia sono considerati rifiuti speciali, e alcuni sono classificati come "pericolosi". In ogni caso devono...

Su lino naturale può utilizzare inchiostri a bas e acqua, come la linea Texprint Mono oppure Modatex . In particolare, per migliorare...

La stampa serigrafica diretta su cappellini richiede un banco di stampa dedicato e per questo è poco praticata. Si preferisce...