Come scegliere il giusto retino per la stampa serigrafica

come fare un retino per la stampa in serigrafia
Faccio serigrafia da 15 anni e il punto critico e sempre lo stesso: la stampa di retini che molto spesso sono o troppo pieni o con effetto moirè! Stampo sempre su materiali lisci (lorica). Mi può dare qualche consiglio?

Cristian, Covolo di Pederobba

La scelta del giusto retino è effettivamente un problema cruciale per tutti i serigrafi, anche perché non esistono formule infallibili per determinare le caratteristiche del retino a partire da presupposti teorici. La soluzione è perciò di tipo empirico, secondo la regola che se una combinazione funziona, allora è giusta.

I parametri di un classico retino geometrico sono:
1) la lineatura (quanti punti per cm)
2) l’inclinazione rispetto alla trama del tessuto del telaio
3) la dimensione

Il parametro 3) è deciso dalle caratteristiche del disegno: a maggiore densità di colore corrisponde maggiore dimensione del retino, e viceversa.

In serigrafia, durante il processo di incisione del telaio, è normale che le densità minori, da 0 al 10-15% di densità, vengano “bruciate” e quindi non rimanga traccia del disegno sul telaio.
Il risultato è che in quelle zone il colore non viene stampato.

Analogamente le densità maggiori, dal 75-80% in su, vengono “bucate” interamente sul telaio, con il risultato che in quelle zone si stampa il colore pieno.

E’ perciò normalmente riconosciuto che in serigrafia si riescano a riprodurre solo densità nell’intervallo tra il 15 e il 75%.
I maghi dell’incisione riescono a recuperare qualche punto in più, ma la sostanza non cambia.

In serigrafia si riescono a riprodurre solo densità nell’intervallo tra il 15 e il 75%.

I parametri 1) e 2) sono invece funzione del numero di fili del telaio. Se non li azzecchiamo abbiamo il brutto effetto moiré. Come ho detto non ci sono formule da applicare, ma solo prove da fare e ogni serigrafo ha trovato le proprie combinazioni che gli risolvono il problema.

Posso darle alcune combinazioni, trovate con prove empiriche, che a noi hanno dato risultati positivi:tela a 55 fili retino a 38 lpi (linee per pollice) inclinato a 61°
tela a 77 fili retino a 42 lpi inclinato a 61°
tela a 90 fili retino a 55 lpi inclinato a 61°
tela a 100 fili retino a 55 lpi inclinato a 35°
tela a 120 fili retino a 42 lpi inclinato a 61°

Se, invece del classico retino geometrico, si utilizza il retino stocastico (retino con punti di forma irregolare tutti della medesima dimensione e disposti a caso, in cui varia solo la frequenza in funzione della densità), si risolve molto meglio l’effeto moirè e aumenta l’intervallo di riproducibilità dei mezzi toni.

Abbiamo verificato che la dimensione del retino stocastico, espressa in micron, è la seguente:

– tela a 55 fili retino stocastico grande 180 micron
– tela a 77 fili retino stocastico grande 165 micron
– tela a 90 fili retino stocastico grande 140 micron
– tela a 100 fili retino stocastico grande 120 micron
– tela a 120 fili retino stocastico grande 100 micron


REGISTRATI E CREA LA TUA PERSONALE GUIDA ALLA SERIGRAFIA

  • Aggiungi più informazioni

  • Aggiungi il tuo logo o una tua foto. Max 1MB
  • Scrivi una breve presentazione della tua attività. Il più possibile inedita.
  • Inserisci qui l'indirizzo della tua attività
  • Indica quali sono i settori della tua attività, puoi selezionare più di un settore
  •  

Perchè Registrarsi?

  • Salva gli articoli che ti interessano
  • Consultali quando ne hai bisogno
  • Ricevi la nostra newsletter i con consigli per chi stampa
  • Scarica un Ebook con le storie dei serigrafi italiani
  • Ottieni il 5% di sconto su tutti i nostri prodotti

COMMENTA E CONDIVIDI

Hai anche tu una curiosità o una domanda per noi?

SCRIVI QUA

Vuoi condividere la tua esperienza e il tuo lavoro con colleghi e appassionati?

PARTECIPA AL FORUM

Mi congratulo per il notevole lavoro svolto nel campo della serigrafia. Sono un principiante nella serigrafia e mi piacerebbe diventare...

Sono un "elettronico" e realizzo in proprio i circuiti stampati con il metodo della fotoincisione. Mi trovo a dover stampare dei master...

Volevo sapere quanto tempo possa durare l'emulsione asciutta su un telaio (se non viene fatta subito l'impressione del telaio). La...

Volevo sapere per un maggiore spessore della stampa oltre a utilizzare un inchiostro serigloss (più coprente da voi comprato) ho...

Stampo con colori ad acqua e telai da 55 fili, per ora ho sempre fatto a 1 colore, ora ho...

Quali sono gli inchiostri migliori da usare per un evento di serigrafia dal vivo su t-shirt? Ragionandoci credo che gli...

Vorrei specializzarmi nella stampa su carta con inchiostri base acqua, però nelle ultime stampe sto avendo qualche problema. L'inchiostro che...

Buonasera, volevo un paio di informazioni su due prodotti che ho visto sul vostro sito: Forno Vastex D-100 e Lampada...

Vi scrivo perché abbiamo il seguente problema: quando rigeneriamo i telai da 120 fili, capita che si rompano spesso e...