Quattro semplici cose da fare per utilizzare la gelatina in modo corretto

utilizzare gelatina in modo corretto serigrafia

Ho acquistato della Gelatina Zero in Universal Plus. Come faccio a renderla fotosensibile? Mescolo direttamente la polvere di diazo nel barattolo? Oppure la polvere deve subire altri trattamenti prima di essere versata nel barattolo con la gelatina?

Gianluca

Di norma la polvere diazo è contenuta in un bottiglino.
Il metodo che noi consigliamo per aggiungerla alla gelatina consiste in:

a.  riempire il bottiglino per metà di acqua, chiudere, agitare bene, versare il contenuto nella gelatina;

b.  riempire nuovamente il bottiglino per metà di acqua e ripetere l’operazione;

c.  mescolare bene la gelatina fino a che non ha assorbito tutta l’acqua e presenta un colore uniforme verde;

d.  a questo punto possiamo utilizzare la gelatina.

Se, invece, il diazo è contenuto in una busta, significa che è in forma “spray”: significa che i granuli di cui è costituito, più grandi della forma in polvere, si sciolgono con grande facilità.
In questo caso versiamo direttamente la busta nella gelatina e mescoliamo con cura, senza aggiungere acqua.

Di norma la polvere diazo è contenuta in un bottiglino; se è contenuto in una busta significa che è in forma spray.

Se siamo incerti sulla forma del diazo, sciogliamolo comunque in acqua, riempiendo la busta per due volte: non faremo danni.


[socialpoll id=”2477572″]

REGISTRATI E CREA LA TUA PERSONALE GUIDA ALLA SERIGRAFIA

  • Aggiungi più informazioni

  • Aggiungi il tuo logo o una tua foto. Max 1MB
  • Scrivi una breve presentazione della tua attività. Il più possibile inedita.
  • Inserisci qui l'indirizzo della tua attività
  • Indica quali sono i settori della tua attività, puoi selezionare più di un settore
  •  

Perchè Registrarsi?

  • Salva gli articoli che ti interessano
  • Consultali quando ne hai bisogno
  • Ricevi la nostra newsletter i con consigli per chi stampa
  • Scarica un Ebook con le storie dei serigrafi italiani
  • Ottieni il 5% di sconto su tutti i nostri prodotti

COMMENTA E CONDIVIDI

Hai anche tu una curiosità o una domanda per noi?

SCRIVI QUA

Vuoi condividere la tua esperienza e il tuo lavoro con colleghi e appassionati?

PARTECIPA AL FORUM

Solitamente gli inchiostri ad acqua richiedono telai con una filatura non maggiore di 77 fili, ma dipende dall'inchiostro. La filatura...

Un inchiostro adatto alla stampa sui leggins è il plastisol, additivato con Additivo E che è un elasticizzante. Il tessuto dei...

I residui di lavorazione della serigrafia sono considerati rifiuti speciali, e alcuni sono classificati come "pericolosi". In ogni caso devono...

Su lino naturale può utilizzare inchiostri a bas e acqua, come la linea Texprint Mono oppure Modatex . In particolare, per migliorare...

La stampa serigrafica diretta su cappellini richiede un banco di stampa dedicato e per questo è poco praticata. Si preferisce...

Gli inchiostri a base acqua con minore impatto ambientale sono gli Aquatech. Si può caricare la scheda tecnica dalla pagina...

Per la stampa su polietilene si utilizza l'inchiostro a base solvente Seriprop , ma con alcune limitazioni. Infatti può verificarsi...

La stampante fotografica…

La stampante indicata potrebbe essere adatta alla stampa di pellicole bianco e nero. Il tutto dipende dalle caratteristiche di opacità...

Ecco le impostazioni per ottenere un nero coprente sulla stampante ET 2650. Si può scaricare il PDF qui.