Qualcuno recentemente, ha comprato il corso: Calcolare il tempo di esposizione del telaio
Qualcuno recentemente, ha comprato il corso: Emulsionare il telaio serigrafico
Qualcuno recentemente, ha comprato il corso: Come scegliere l’inchiostro giusto in serigrafia
Qualcuno recentemente, ha comprato il corso: Vendere online le proprie stampe
Qualcuno recentemente, ha comprato il corso: Come scegliere l’inchiostro giusto in serigrafia
Qualcuno recentemente, ha comprato il corso: Come preparare il telaio per l’incisione
Qualcuno recentemente, ha comprato il corso: Come scegliere i fili del telaio serigrafico
Qualcuno recentemente, ha comprato il corso: Costruire un sito per vendere online le proprie stampe
Qualcuno recentemente, ha comprato il corso: Corso Avanzato di Serigrafia 2 Giorni
Qualcuno recentemente, ha comprato il corso: Come evitare che l’inchiostro ad acqua asciughi sul telaio
Qualcuno recentemente, ha comprato il corso: Come scegliere i fili del telaio serigrafico
Qualcuno recentemente, ha comprato il corso: Corso Base di Stampa Transfer Laser. 3 ore
Qualcuno recentemente, ha comprato il corso: Corso Base di Serigrafia 6 Ore
Qualcuno recentemente, ha comprato il corso: Corso di Serigrafia e Transfer Laser 2 Giorni
Qualcuno recentemente, ha comprato il corso: Stampare a più colori con il banco manuale ad un colore
Qualcuno recentemente, ha comprato il corso: La regolazione del Fuori Contatto nella stampa serigrafica
Qualcuno recentemente, ha comprato il corso: Corso di Preparazione del Telaio Serigrafico. 6 Ore
Qualcuno recentemente, ha comprato il corso: Corso di Stampa con diversi tipi di Inchiostro. 6 Ore
Qualcuno recentemente, ha comprato il corso: Come costruire un bromografo per telai serigrafici
Qualcuno recentemente, ha comprato il corso: Daniel Tummolillo I segreti della mia Serigrafia d’Arte
Qualcuno recentemente, ha comprato il corso: Come preparare la stampa ad 1 colore in serigrafia
Qualcuno recentemente, ha comprato il corso: Corso Base di Stampa Sublimatica. 3 ore

Gli inchiostri ad acqua rovinano il telaio serigrafico?

inchiostri ad acqua rovinano il telaio serigrafico

Siamo tutti fan degli inchiostri ad acqua per serigrafia. Ma c’è un problema: possono asciugare sul telaio e renderlo inutilizzabile. Ecco come fare per evitare che finisca così.

  • In questo articolo parliamo di:
  • 3 tipi di inchiostri ad acqua per serigrafia su tessile
  • Perché gli inchiostri ad acqua asciugano sul telaio?
  • Come evitare che l’inchiostro ad acqua asciughi sul telaio

Se vuoi iniziare a fare serigrafia non c’è niente di meglio degli inchiostri ad acqua: non odorano, non occorrono solventi, la qualità di stampa è altissima e richiedono un’attrezzatura davvero minima.
Queste caratteristiche li rendono adatti anche a stampare anche in un ambiente molto piccolo e con una attrezzatura minima, visto che asciugano all’aria e non è necessario usare un forno (anche se un passaggio sotto la termopressa lo consigliamo sempre, per migliorarne la tenuta).

Insomma, sono gli inchiostri ideali per chi inizia, ma anche i serigrafi professionisti li scelgono per la loro qualità e la loro flessibilità di utilizzo.

3 tipi di inchiostri ad acqua per serigrafia su tessile

  • In CPL Fabbrika, di solito consigliamo tre tipi di inchiostri ad acqua per stampare su tessile:
  • Texprint Amex: pronti all’uso e non c’è bisogno di catalizzatore. Apri il barattolo, stendi l’inchiostro sul telaio e inizi a stampare. Sono disponibili anche in confezioni anti-spreco da 1/2 Kg indicate se devi stampare piccole tirature.
  • Modatex Quasar: inchiostri ad acqua professionali di eccellente tenuta. Hanno bisogno del catalizzatore e sono disponibili in confezioni da 1 chilo. 
  • Aquatech: inchiostri ad acqua professionali e garantiscono una perfetta tenuta e coprenza.

È importante sapere che questo tipo di inchiostri asciuga con rapidità sul telaio e questo non dipende né dal tipo di inchiostro, né dalla marca.

Se non adotti alcune precauzioni dunque, potrebbero rovinare il telaio.

Vediamo come puoi evitare che gli inchiostri ad acqua asciughino troppo presto rovinando il tuo telaio.

Perché gli inchiostri ad acqua asciugano sul telaio?

Mentre stampiamo in serigrafia, di solito facciamo anche una serie di operazioni che ci “distraggono” dal muovere continuamente la racla.

Per esempio, aggiustiamo la t-shirt sul banco di stampa, spruzziamo la colla per tenere ferma la maglietta, rimescoliamo e stendiamo nuovo colore, sostituiamo la maglietta o il telaio per stampare a più colori.

Nonostante siano operazioni molto rapide, mentre le eseguiamo può succedere che l’inchiostro che copre la grafica del telaio – ovvero quell’area del telaio in cui le maglie sono aperte – si asciughi. Anche durante i pochi secondi in cui la racla resta ferma, l’acqua può evaporare e l’inchiostro finirà per chiudere le maglie del telaio. A questo punto, il telaio non sarà più recuperabile e dovrai buttarlo via.

In estate questo problema si presenta spesso: le temperature sono più elevate oppure si stampa all’aperto sotto il sole, per esempio durante le manifestazioni e i festival.
Per questo, se stai allestendo un laboratorio, ti consigliamo di prevedere un piccolo impianto di aria condizionata, per mantenere la temperatura sotto intorno ai 20 o 25 gradi.

È ovvio che tu ti chieda: se è un inchiostro ad acqua, non si può lavare dal telaio semplicemente utilizzando un po’ di acqua?
Sì, se solo non fosse asciutto, altrimenti se ne andrebbe allo stesso modo anche dalle t-shirt finite.

Ricorda: lavare dal telaio l’inchiostro ad acqua quando è ancora bagnato è la cosa più semplice del mondo: basta l’acqua. Ma diventa un’operazione impossibile quando l’inchiostro si asciuga. L’inchiostro ad acqua asciutto diventa resistente e indelebile (anche ai solventi).

Come evitare che l’inchiostro ad acqua asciughi sul telaio

Il nostro primo consiglio per non rovinare il telaio con gli inchiostri ad acqua è migliorare la tecnica di stampa e esercitarti nel movimento.

Ci sono però una serie di accorgimenti per non rovinare i telai che vengono dall’esperienza e che sono molto utili quando stampiamo in serigrafia con inchiostri ad acqua.

Scegli una tela con filatura più larga

La tela non può essere superiore a 55 fili, in questo modo che se anche qualche traccia di inchiostro dovesse fermarsi tra le maglie, la tela è abbastanza grande da far passare altro inchiostro. C’è un’unica eccezione: se usi la Base Extra Soft per supporti chiari puoi stampare con una tela fino a 90 fili.

Accelera il ritmo di stampa

Se durante il lavoro ti fermi per più di un minuto l’inchiostro asciuga e chiude la tela. Cerca quindi di tenere un ritmo di stampa elevato e, se fai soste, utilizza uno spruzzino per bagnare con l’acqua il telaio e l’inchiostro.

Deposita sempre un piccolo strato di inchiostro su tutto il decoro

Sembra un controsenso ma in realtà è un vero trucco del mestiere. Se l’area del disegno è sempre coperta da uno strato di due o tre millimetri di inchiostro, questa “massa di inchiostro” faticherà ad asciugare.
Quindi, durante il movimento di ritorno della racla – ovvero quando allontani la racla da te – non fare pressione, non portare via tutto l’inchiostro dall’area del decoro.

Usa i ritardanti ma con qualche cautela

Puoi utilizzare anche i prodotti ritardanti, ma con alcune cautele. I ritardanti, infatti, rallentano la polimerizzazione dell’inchiostro, ma rallentano anche la sua asciugatura. Per questo, se utilizzi i ritardanti durante la stampa, il consiglio è di asciugare la maglietta con una termopressa dopo la stampa.

  • In conclusione:
  • per stampare con l’inchiostro ad acqua basta un’attrezzatura minima, ma dovrai fare un po’ di esercizio per imparare a non rovinare il telaio.
  • cerca di lavorare in un ambiente non troppo caldo: usa un condizionatore in laboratorio o un gazebo se stampi all’aperto.
  • migliora la tua manualità piuttosto che usare ritardanti o additivi, per non incorrere in problemi nelle altre fasi dell’asciugatura dell’inchiostro.

Sul nostro sito internet
trovi le gamme complete di inchiostri ad acqua per serigrafia

REGISTRATI E CREA LA TUA PERSONALE GUIDA ALLA SERIGRAFIA

  • Aggiungi più informazioni

    Aggiungi il tuo logo o una tua foto. Max 1MB
  • Scrivi una breve presentazione della tua attività. Il più possibile inedita.
  • Inserisci qui l'indirizzo della tua attività
  • Indica quali sono i settori della tua attività, puoi selezionare più di un settore
  •  
  •  
    Log In | Lost Password

Perchè Registrarsi?

  • Salva gli articoli che ti interessano
  • Consultali quando ne hai bisogno
  • Ricevi la nostra newsletter i con consigli per chi stampa
  • Scarica un Ebook con le storie dei serigrafi italiani
  • Ottieni il 5% di sconto su tutti i nostri prodotti

Hai anche tu una curiosità o una domanda per noi?

SCRIVI QUA

Vuoi condividere la tua esperienza e il tuo lavoro con colleghi e appassionati?

PARTECIPA AL FORUM

Pulire il telaio nel modo giusto è fondamentale per non rovinarlo e per poterlo riutilizzare. Tutto dipende dall'inchiostro che hai...

Non esistono calcoli in grado di determinare il tempo di esposizione esatto del telaio. Si procede per prove, errori e...

Riscontro troppi problemi sulla stampa con colori all'acqua.Ho provato tre o quattro tipi di inchiostri base acqua e asciugatura a...

Esistono almeno tre tipi di banchi manuali per stampare in serigrafia. Qui ti aiutiamo a scegliere il modello più adatto...

Ho riscontrato un problema con inchiostro Modatex bianco: durante il lavaggio della maglietta il colore si crepa. Il mio unico...

I motivi del fatto che la gelatina, dopo l'esposizione, si scioglie possono essere vari e ora cerchiamo di individuarli. -...

Ho comprato l’inchiostro serigrafico Plastisol di colore bianco, nella descrizione viene indicato come già pronto all’uso e quindi senza necessità...

Oggi non parleremo di serigrafia in senso stretto, ma su un tema che riguarda il mestiere di molti di noi.Il...

Il processo serigrafico si divide in due momenti: fase grafica e fase di stampa. Ha senso attrezzare il laboratorio per...