Il processo di corrosione nella stampa serigrafica

buona sera vorrei sapere il procedimento per usare il corrodente e che risultati otterro’ perche posseggo solo il corrodente e penso che serva qualche altro materiale per usarlo .grazie mille

gianmario, latina

Non so di quale corrodente lei sia in possesso, e non so se questo è compatibile coon prodotti di altre linee; le illustro comunque il funzionamento della linea corrosione Texprint, da noi commercializzata.

Il procedimento a corrosione si può effettuare solo su tessuti con tinta “corrodibile”.  Per effettuarlo occorre: il Texprint Discharge Base; il Texprint Discharge Corrodente (analogo forse a quello in suo possesso; solo se si vuole, del colorante concentrato per ink a base acqua.

Al momento dell’utilizzo si aggiunge alla Base il 5% in peso di Corrodente e, solo se si desidera, il 5% di pigmento concentrato del colore che si deisdera ottenere. Naturlamente, se si ddidera ottenere il colore bianco naturale del tessuto, non si aggiunge alcun pigmento.

Si stampa come un normale ink serigrafico, a 55 fili, quindi si polimerizza per 2-3 minuti a 150°C.  Il  corrodente reagisce al calore e scolora il tessuto, che acquista una colorazione naturale o, in presenza di pigmento, del colore del pigmento stesso. La colorazione è in ogni caso molto pastellata a effetto vintage.

Qualche volta, se si desidera stampare evitando sulla stoffa lo spessore del fondino, si usa la corrosione, schiarendo così il tessuto senza necessità di un colore di fondo. Trova la linea corrosione sul nostro sito alla pagina http://www.cplfabbrika.com/epoxery-bicomponente-quasar.html

 Hai anche tu una curiosità o una domanda per noi? Scrivi qui >>
 Vuoi condividere la tua esperienza e il tuo lavoro con colleghi e appassionati? Partecipa al Forum >>

Può interessarti anche

Ecco gli accorgimenti per colorare a pennello una tshirt stampata in serigrafia Ho stampato alcune Tshirt con  un colore bianco o nero, Texprint. Se prendessi un altro colore (rosso, verde ecc) potrei utilizzarlo con il pennello a mano sopra le magliette (dopo aver stampato le grafiche fatte con il telaio), per avere dei dettagl...
Le lamine tengono al lavaggio a secco? Le lamine tengono al lavaggio a secco? Luca Le lamine tengono al lavaggio a secco nel senso che la colla che le trattiene al tessuto non si stacca. Tuttavia occorre considerare che la superficie della lamina è molto delicata: infatti, se lavata in...
Si può stampare su tessuto senza una stampante né una pressa a caldo? Sono un artigiano alle prime armi, dovrei stampare su tessuto tipo raso lucido alcuni disegni con soggetti diversi. Alcuni sono scritti, altri sono fotografie. Non ho una stampante né una pressa a caldo. Come posso fare? Vincenzo, Salerno È impossi...

COMMENTA E CONDIVIDI

Powered by Facebook Comments

,

Vuoi scriverci una domanda?

franco ratto Sono Franco responsabile tecnico di CPL Fabbrika. Sono a tua disposizione per tutte le domande tecniche, commerciali e tutte le curiosità sui prodotti.
Se vuoi scrivermi, clicca qui >>


angelo barzaghi Sono Angelo Barzaghi, serigrafo e docente dell'Accademia Serigrafica. Sono a tua disposizione per tutte le domande tecniche sulla serigrafia e sul transfer serigrafico.
Se vuoi scrivermi, clicca qui >>
inizio serigrafia