Inchiostri ad acqua, coprenza e otturazione del telaio

inchiostri all'acqua coprenza e otturazione del telaio
Ho dei problemi che non riesco a risolvere per quanto riguarda la stampa di inchiostro bianco ad acqua sui tessuti scusa, principalmente nero. Ho già provato a diluire leggermente l’inchiostroe sono già passato da una trama di tela di 43 ad una 38 Niente da fare, il bianco sembra non riuscire a passare coprendo in maniera uniforme la superficie di stampa.

Mario, Bari

Tutti gli inchiostri ad acqua tendono a otturare le maglie del telaio, se li lasciamo fermi per più di un minuto.
Questo può essere il principale motivo per cui l’inchiostro non le passa in modo uniforme su tutta l’area del disegno.
Il rimedio consiste nel non lasciare mai l’area del disegno libera da inchiostro: muovendo senza pressione la racla nella fase di ritorno, depositiamo sull’area coperta dal disegno uno strato di inchiostro spesso 2-3 mm.

Un altro motivo può essere l’eccessiva densità dell’inchiostro: certi bianchi, infatti, sono molto viscosi e passano meglio attraverso il telaio se diluiti molto leggermente con acqua.

Un terzo motivo può essere la mancanza di parallelismo tra il telaio e il piano di stampa: se è così in certe zone il fuori contatto tra telaio e tessuto è eccessivo e con la pressione della racla non si riesce a toccare il tessuto con la tela del telaio. Specie con gli inchiostri all’acqua è buona abitudine effettuare due-tre passate di seguito, a pressione moderata. Quindi si solleva il telaio e si controlla l’effetto; se qualche zona del disegno non è bene inchiostrata, abbassiamo il telaio e ripetiamo un passaggio con la racla, insistendo sulla zona che ne ha bisogno.

Controlli anche, osservando il telaio in controluce, che l’inchiostro non sia già asciugato in alcune zone del disegno, quelle che non vengono bene inchiostrate. In questo caso occorre spruzzare acqua sul telaio e rinfrescare l’inchiostro. Si effettuano due-tre stampate a vuoto su un foglio di carta e il telaio torna a regime.
La filatura 43 è più che sufficiente per ottenere una soddisfacente coprenza.

In sintesi: l‘inchiostratura corretta deriva dal giusto mix tra:
– viscosità dell’inchiostro
– pressione della racla
– velocità della racla
– fuori contatto

Vedi Anche:

COMMENTA E CONDIVIDI

Hai anche tu una curiosità o una domanda per noi?

SCRIVI QUA

Vuoi condividere la tua esperienza e il tuo lavoro con colleghi e appassionati?

PARTECIPA AL FORUM

Vorrei farvi delle domande sugli inchiostri da serigrafia: possono essere utilizzati per dipingere a mano su tessuto, con pennello o...

Quali sono gli inchiostri migliori da usare per un evento di serigrafia dal vivo su t-shirt? Ragionandoci credo che gli...

Vorrei specializzarmi nella stampa su carta con inchiostri base acqua, però nelle ultime stampe sto avendo qualche problema. L'inchiostro che...

Da poco ho fondato un piccolo marchio di abbigliamento (per ora magliette felpe e cappellini) producendo tramite terzi un centinaio...

Riscontro troppi problemi sulla stampa con colori all'acqua. Ho provato tre o quattro tipi di inchiostri base acqua e asciugatura...

Mi è successo di riscontrare dei problemi sulla tenuta al lavaggio di alcune t-shirt stampate con inchiostro Texprint ad acqua...

Ho stampato alcune Tshirt con  un colore bianco o nero, Texprint. Se prendessi un altro colore (rosso, verde ecc) potrei...

Ho acquistato da voi l'inchiostro Texprint Mono per serigrafia. Il problema è che, soltanto dopo due stampe, le altre cominciano...

Stampo da poco magliette utilizzando colori ad acqua e vorrei sapere, avendo letto che il bianco da parecchi problemi se...