L’investimento minimo per avviare un laboratorio con termopresse e plotter

L’investimento minimo per avviare un laboratorio con termopresse e plotter

Buongiorno, io e mia moglie abbiamo deciso di liberare la mansarda per fare un laboratorio di stampa su magliette, cappellini e poi vedremo.

L’investimento non deve essere eccessivo perché il lavoro ci impegna abbastanza e quindi il tempo da dedicare al progetto è quello che è, ma vogliamo comunque partire bene.

Bene, navigando nel vostro sito ho trovato tante termopresse, plotter, kit di partenza… di vari prezzi.
Lei che cosa mi consiglia?

Silvano, Forlì

Leggendo di plotter e termopresse mi pare di capire che intendete portare avanti un progetto di stampa transfer digitale o di termosaldabili.

Per questo tipo di attività le attrezzature necessarie sono:
una buona stampante laser (con o senza stampa del bianco)
un plotter da taglio
una termopressa

La scelta dei vari modelli dipende dalla quantità di lavoro che prevedete di svolgere e dal budget a disposizione.
Per quantità di lavoro modeste vanno benissimo anche gli attrezzi più economici che trovate pubblicati sul sito: sono comunque tutti di buona qualità.

Stampante laser: le stampanti OKI, sono considerate le più affidabili per quanto riguarda la stampa transfer ; infatti il produttore di carte transfer tara le sue carte sui toner delle stampanti OKI. La stampante con il bianco vi risolve qualsiasi problema grafico per trasferire su qualsiasi colore di stoffa, in quanto genera il colore bianco. In mancanza di questa si risolve comunque il problema utilizzando carte transfer per tessuti colorati o scuri, che hanno comunque un fondo bianco.

Plotter da taglio: il plotter C30 da voi individuato ha la medesima robustezza, le medesime parti meccaniche e le medesime schede interne dei modelli più grandi C60 e C 120; varia solo la larghezza di taglio. Funziona bene se gestito da PC, mentre se gestito da Mac perde alcuni automatismi. Per chi vuole risparmiare c’è il plotter Silhouette Cameo: è di fabbricazione giapponese, dal funzionamento più intuitivo rispetto al C30. Riesce a gestire file lunghi fino a max 3 metri.

Termopresse: il modello economico 38×38 ha l’apertura manuale ed ha un aspetto spartano; ma funziona bene anche per molte ore al giorno. Il modello Secabo TC5 è più pesante e robusto, ha una finitura migliore e l’apertura automatica: al termine del tempo impostato la piastra si solleva da sola. Un modo sensato di impostare la questione potrebbe essere: Termopressa 38×38 Eco per iniziare; se il progetto si sviluppa Termopressa TC7 40×50, che vi consente di trasferire anche formati A3.

 Hai anche tu una curiosità o una domanda per noi? Scrivi qui >>
 Vuoi condividere la tua esperienza e il tuo lavoro con colleghi e appassionati? Partecipa al Forum >>

Può interessarti anche

6 Domande e… 11 Risposte sulla Stampa Transfer e Sublimatica Sono interessato alla stampa su oggetti e vorrei valutare l'acquisto della strumentazione necessaria. - il mio budget è di circa 2mila euro. - Il mio principale dubbio è che molti indicano sia la termopressa sia il forno 3D, come adatti per la ...
Un buon metodo per stampare su superfici a sfera Sono uno studente universitario studio presso la facoltà di design. Volevo chiedere quale fosse la tecnica migliore per stampare su una superficie di legno curva concava del diametro di circa 70 cm, una porzione di sfera. Riccardo Il suo non è un p...
La tecnica per stampare su soldatini e minifigures Volevo creare degli adesivi o trasfer con tematica militare da applicare ai busti delle minifigures della Lego. Secondo lei come posso fare per creare le divise e poi applicarle sul torso della minifigura? Massimiliano Per personalizzare piccoli og...

COMMENTA E CONDIVIDI

Powered by Facebook Comments

, , , , , , ,

Vuoi scriverci una domanda?

franco ratto Sono Franco responsabile tecnico di CPL Fabbrika. Sono a tua disposizione per tutte le domande tecniche, commerciali e tutte le curiosità sui prodotti.
Se vuoi scrivermi, clicca qui >>


angelo barzaghi Sono Angelo Barzaghi, serigrafo e docente dell'Accademia Serigrafica. Sono a tua disposizione per tutte le domande tecniche sulla serigrafia e sul transfer serigrafico.
Se vuoi scrivermi, clicca qui >>
inizio serigrafia