Inchiostri ad acqua per serigrafia: il segreto per non farli asciugare sul telaio

Inchiostri ad acqua per serigrafia: il segreto per non farli asciugare sul telaio

Riscontro troppi problemi sulla stampa con colori all’acqua.
Ho provato tre o quattro tipi di inchiostri base acqua e asciugatura a freddo diversi, prodotti da ditte diverse, ma con caratteristiche più o meno simili sia di resa che di stampabilità, ma niente!

Asciugano tutti ad una velocità impressionante sul telaio (anche con l’aggiunta dei relativi ridardanti o diluiti con un pò d’acqua), tanto che dopo al massimo 5 stampe diventa impossibile continuare e si è obbligati a lavare il telaio.

Com’è possibile che asciughino tutti cosi in fretta? Facendo stampe anche a più colori, ci risulta praticamente impossibile avviare produzioni con tirature medio/alte senza per forza utilizzare i plastisol.

Giacomo, Milano

Il problema degli inchiostri a base acqua che asciugano sul telaio è un classico e la marca o il tipo di inchiostro non fanno assolutamente la differenza.
Se per qualche motivo (aspetto finale della stampa, esigenza di asciugare a freddo, antipatia per i plastisol) si vuole stampare con gli inchiostri all’acqua occorre per forza adottare alcuni accorgimenti:

filatura del telaio: non può essere superiore a 55 fili per cm, con un’unica eccezione: la Base Extra soft per supporti chiari da pigmentare con i coloranti concentrati: questa base può essere stampata fino a 90 fili.

ritmo di stampa: non tollera arresti superiori al minuto; oltre il minuto è d’obbligo rinfrescare il telaio con acqua a spruzzo

movimento della racla: il movimento di ritorno della racla deve avvenire senza pressione, in modo da depositare sull’area del telaio occupata dal disegno uno strato di inchiostro spesso 2-3 mm; in questo modo l’inchiostro non asciugherà tra le maglie della tela o quanto meno asciugherà più lentamente.

i ritardanti: aiutano in una certa misura, ma rallentano anche la polimerizzazione definitiva dell’inchiostro. S e aggiunti agli inchiostri con asciugatura a freddo, sarà bene in ogni caso asciugare questi inchiostri a caldo.

 Hai anche tu una curiosità o una domanda per noi? Scrivi qui >>
 Vuoi condividere la tua esperienza e il tuo lavoro con colleghi e appassionati? Partecipa al Forum >>

Può interessarti anche

Ecco gli accorgimenti per colorare a pennello una tshirt stampata in serigrafia Ho stampato alcune Tshirt con  un colore bianco o nero, Texprint. Se prendessi un altro colore (rosso, verde ecc) potrei utilizzarlo con il pennello a mano sopra le magliette (dopo aver stampato le grafiche fatte con il telaio), per avere dei dettagl...
Serigrafia. 5 Consigli per stampare con inchiostri ad acqua quando fa caldo Ho acquistato da voi l'inchiostro Texprint Mono per serigrafia. Il problema è che, soltanto dopo due stampe, le altre cominciano ad uscire sbiadite, il colore si secca sul telaio: ha qualche consiglio? Ho ipotizzato che il colore si secchi per il t...
L’inchiostro Plastisol per Serigrafia viene via al primo lavaggio. Come risolvere. Ho effettuato delle stampe con inchiostro Plast PF ma dopo un paio di lavaggi la vernice si è staccata. È un problema di asciugatura? Daniele Sì, è un problema di asciugatura, o meglio di "polimerizzazione " dell'inchiostro che, nel suo caso, è sta...

COMMENTA E CONDIVIDI

Powered by Facebook Comments

, ,

Vuoi scriverci una domanda?

franco ratto Sono Franco responsabile tecnico di CPL Fabbrika. Sono a tua disposizione per tutte le domande tecniche, commerciali e tutte le curiosità sui prodotti.
Se vuoi scrivermi, clicca qui >>


angelo barzaghi Sono Angelo Barzaghi, serigrafo e docente dell'Accademia Serigrafica. Sono a tua disposizione per tutte le domande tecniche sulla serigrafia e sul transfer serigrafico.
Se vuoi scrivermi, clicca qui >>
inizio serigrafia