Metodi per stampare le pellicole per l’incisione del telaio serigrafico

Metodi per stampare le pellicole per l’incisione del telaio serigrafico

Salve, dovremmo iniziare a breve la stampa delle pellicole per la serigrafia. Vorrei sapere: secondo la Sua opinione quale tipo di stampante utilizzare (pregi e difetti dei vari modelli), e in particolare sulle fotounità usate di cosa bisogna tener conto prima di un acquisto. Grazie

Angelo, Barletta

Se per “fotounità” intende quello strumento di uso universale fino a circa 10-15 anni fa, in grado di stampare con eccellente qualità e risoluzione su pellicola fotografica, che dopo essere stata impressionata andava passata in sviluppatrice, le consiglio di lasciar perdere, a meno che la sua non sia una passione per l’archeologia industriale: si tratta di macchine obsolete, dai costi di gestione altissimi, anche se è fuor di dubbio che la qualità di quelle stampe era ed è imbattibile.

Oggi, per produrre pellicole bianco e nero e con queste incidere un telaio serigrafico, ha senso considerare due tipi di stampa: la stampa laser e la stampa ink jet.La prima si effettua con una stampante laser bianco e nero sul poliestere bimattato: un apposito supporto trasparente che accetta il toner della stampante e che è molto stabile dimensionalmente: il calore emesso dalla stampante durante la fase di stampa non lo deforma.

La risoluzione di questo tipo di stampe non è elevata e qualche volta occorre potenziare il nero del toner con un apposito prodotto spray: il Density toner. Ma il costo di gestione del sistema è piuttosto basso e la scelta è consigliabile per chi stampa soprattutto sul tessuto.L’altro tipo di stampa, quella ink jet, si ottiene con qualsiasi plotter ink jet, tipo Epson, dal costo anche molto contenuto (qualche centinaio di euro).
La stampa si effettua sull’apposito film trasparente per ink jet.

La qualità di queste matrici è ottima, a condizione di utilizzare sul proprio computer il RIP che consente di gestire un nero coprente oltre alla lineatura e all’inclinazione degli eventuali retini di stampa.

Si tratta di un sistema più professionale rispetto alla stampa laser, anche se più costoso.

 Hai anche tu una curiosità o una domanda per noi? Scrivi qui >>
 Vuoi condividere la tua esperienza e il tuo lavoro con colleghi e appassionati? Partecipa al Forum >>

Può interessarti anche

I consigli per preparare le pellicole per serigrafia in casa Sono un "elettronico" e realizzo in proprio i circuiti stampati con il metodo della fotoincisione. Mi trovo a dover stampare dei master su supporto trasparente. La stampa con raggi UV avviene in positivo pertanto il disegno deve avere la parte in ner...
Come incidere un telaio con una gelatina senza diazo Mi è stato regalato tutto l'occorrente per la stampa serigrafica, tra cui due telai da 55 e 77 fili e come prodotto per l'emulsione la SceenSol SH One. Nonostante i mille tentativi e due telai ritelati, non ne vengo a capo. Ho un faretto alogen...
Come scegliere il giusto retino per la stampa serigrafica Faccio serigrafia da 15 anni e il punto critico e sempre lo stesso: la stampa di retini che molto spesso sono o troppo pieni o con effetto moirè! Stampo sempre su materiali lisci (lorica). Mi può dare qualche consiglio? Cristian, Covolo di Pederobba...

COMMENTA E CONDIVIDI

Powered by Facebook Comments

Vuoi scriverci una domanda?

franco ratto Sono Franco responsabile tecnico di CPL Fabbrika. Sono a tua disposizione per tutte le domande tecniche, commerciali e tutte le curiosità sui prodotti.
Se vuoi scrivermi, clicca qui >>


angelo barzaghi Sono Angelo Barzaghi, serigrafo e docente dell'Accademia Serigrafica. Sono a tua disposizione per tutte le domande tecniche sulla serigrafia e sul transfer serigrafico.
Se vuoi scrivermi, clicca qui >>
inizio serigrafia