Imparare ad emulsionare e incidere un telaio da serigrafia

gentilissimo Franco,
sono un neofita della serigrafia e da un po ho cominciato a sperimentare qualcosa nella mia cantina.
quello che so lo ho imparato osservando altri stampatori, ma attualmente, in fase di prova alcune cose mi sono poco chiare:-Ho appena comperato vicino casa l’ “Azocol poly plus s-rx” per impressionare il mio telaio, ho letto tutte le indicazioni per la stesura sulla tela dell’emulsione e sull’essiccazione, ma non so quanto tempo dovrò lasciarla esposta alla luce da 1000 watt che ho a disposizione. come posso fare delle prove?
– non avendo la possibilità di stampare il disegno su carta trasparente, ho notato che alcuni stampatori usano stampare su carta normale e poi impregnarla di olio alimentare in modo da rendere la carta adatta al passaggio della luce. con questa modalità ci sarà bisogno di un tempo di esposizione maggiore?
-il disegno ed il telaio devoro essere necessariamente distanziati dal vetro e vi possono appoggiare senza uno spessore?
– calcolando che la tela è stesa a mano e che il supporto su cui stampo è rigido, in fase di stampa a che distanza devo mantenere il telaio dalla superficie su cui effettuo la stampa?
– esiste un testo in cui posso trovare indicazioni per la stampa “casalinga”?ringrazio infinitamente per l’ascolto, apprestoAndrea

Andrea, Parenti

L’emulsione Azocol Poly Plus s-rx è un’ottima emulsione adatta sia a inchiostri a base acqua, sia a inchiostri a base solvente. Le prestazioni che dà utilizzata in condizioni normali sono eccellenti, per resistenza e per definizione. Riesce difficile, però, prevederne il comportamento se esposta ad una lampada da 1000 watt non UV. In questo caso occorre procedere per tentativi e i risultati non sono garantiti. Le consiglio di utilizzare per la prova di esposizione una pellicola “ortodossa”: un bel nero coprente su supporto trasparente; per le prime prove è meglio che il disegno abbia campiture abbastanza ampie, senza filetti sottili. La distanza corretta tra la lampada e il telaio è di un metro e mezzo. Provi con una prima esposizione di 12 minuti e verifichi se l’emulsione, in corrispondenza del disegno, ha cambiato colore. In caso affermativo sviluppi il telaio in acqua e dovrebbe comparire il disegno. Se, dopo l’esposizione, non vede la traccia del disegno sul telaio, significa che l’esposizione è stata insufficiente: allora la raddoppi, e così di seguito fino al raggiungimento dell’obiettivo. tuttavia, se i tempi si prolungano oltre i 30 minuti, significa che la lampada non produce emissioni UV nemmeno in minima parte, e dovrà trovare una fonte di luce più “fredda”, cioè tendente al blu.

Definito il tempo di esposizione, può provare a fare variazioni sulla pellicola: è vero che l’olio rende la carta leggermente più trasparente, ma questo avviene anche in una certa misura in corrispondenza del disegno e c’è il rischio che il toner nero non sia più sufficientemente coprente. Provi, aumentando l’esposizione corretta (quella utilizzata per le pellicole regolari) di un buon 100%, ma il risultato non è garantito. Inoltre l’unto della carta si propaga necessariamente all’emulsione e sicuramente non è una buona cosa.

 

La pellicola deve essere appoggiata sul vetro e il telaio deve essere a stretto contatto con la pellicola, toner contro emulsione.

 

Se i telai sono tesati a mano, con il tessuto pinzato alla cornice, il grado di tensionatura è abbastanza basso. Le consiglio di tenere un fuori contatto di 2-3 millimetri tra il telaio e il supporto di stampa.

Un testo molto pratico che contiene i fondamenti della serigrafia e li spiega con chiarezza è il Manuale Pratico di Serigrafia, di Angelo Barzaghi. Lo trova in vendita in promozione sul nostro sito all’indirizzo http://www.cplfabbrika.com/libri-e-ebook.html

 Hai anche tu una curiosità o una domanda per noi? Scrivi qui >>
 Vuoi condividere la tua esperienza e il tuo lavoro con colleghi e appassionati? Partecipa al Forum >>

Può interessarti anche

Alcuni chiarimenti sul Kit per incidere i telai Vorrei avere alcune informazioni sull'articolo "Neon UV per incisione telai. Kit di 6 Pezzi" Il Kit comprende anche i cavi per collegarli? Che attacco hanno? Sono lunghi di 65 cm o 120 cm? Samuele I "neon UV per incisione telai - kit di 6 pezzi" c...
Serigrafia: l’emulsione adatta per incidere i telai con la luce del sole Quale emulsione è adatta per incidere il telaio con la luce del sole? Gabriele L'esposizione con luce solare è sicuramente possibile, ma sarà piuttosto difficile tare il tempo di esposizione, in quanto la luce solare è molto variabile. Le consig...
Facciamo chiarezza sui tempi di esposizione di un telaio serigrafico con luce alogena Ho una luce alogena da 500W e ho utilizzato l’emulsione a Diazo Screen Sol RM Blu. Qual è il tempo giusto di esposizione e la distanza del telaio? Nicola Premetto che la luce alogena da 500 W (luce bianca) non è la sorgente di illuminazione più ada...

COMMENTA E CONDIVIDI

Powered by Facebook Comments

,

Vuoi scriverci una domanda?

franco ratto Sono Franco responsabile tecnico di CPL Fabbrika. Sono a tua disposizione per tutte le domande tecniche, commerciali e tutte le curiosità sui prodotti.
Se vuoi scrivermi, clicca qui >>


angelo barzaghi Sono Angelo Barzaghi, serigrafo e docente dell'Accademia Serigrafica. Sono a tua disposizione per tutte le domande tecniche sulla serigrafia e sul transfer serigrafico.
Se vuoi scrivermi, clicca qui >>
inizio serigrafia