3 risposte sul riutilizzo dei telai per serigrafia

3 risposte sul riutilizzo dei telai per serigrafia

Ho comprato da voi un telaio per serigrafia da poco che sino ad ora utilizzato in laboratorio all’università. Il mio telaio è di dimensioni 65×80 a 90 fili. Mi chiedevo se fossero possibili queste cose:

– si può impressionare il telaio, comprando da voi l’emulsione, con la luce del sole, quindi senza disporre di lampade adeguate a UV?

– con un’idropulitrice casalinga è possibile sviluppare il disegno in casa, o servono soluzioni specifiche da aggiungere all’acqua?

– dopo la stampa, quanto tempo può rimanere il telaio senza essere pulito con il recuperante?

Federica

Rispondo nell’ordine alle sue domande:
– In teoria sì, perché il sole ha forti emissioni UV. In pratica risulta impossibile ottenere la ripetitività dei risultati, in quanto la luce del sole è molto variabile.
Ad ogni esposizione occorrerebbe effettuare delle prove per trovare il tempo di esposizione esatto.
E ciò costituisce un grande consumo di tempo e di telai.

– In casa si possono benissimo sviluppare i telai e l’idropulitrice non è necessaria: è sufficiente una doccetta a pressione moderata. Per sviluppare il telaio è necessaria semplice acqua, senza additivi.

– Dopo la stampa è indispensabile togliere dal telaio qualunque traccia di inchiostro, prima che asciughi. Poi il telaio può essere conservato per un tempo indefinito.
Potrà essere riutilizzato per la stampa, oppure rigenerato con un prodotto di strippaggio e inciso con un diverso disegno. Ma non esistono limiti di tempo per farlo.

 Hai anche tu una curiosità o una domanda per noi? Scrivi qui >>
 Vuoi condividere la tua esperienza e il tuo lavoro con colleghi e appassionati? Partecipa al Forum >>

Può interessarti anche

Emulsioni per serigrafia alternative allo Screen Filler Le scrivo perché sto cercando un screen filler. Mi è stato indicato lo screen filler della "Speedball" ma è difficile da trovare anche su Internet (elevati costi del trasporto). Sa se si può trovare in Italia? O producete un screen filler rosso simil...
Trucchi e tecniche per stampare in serigrafia con inchiostri ad acqua Devo stampare una ventina di magliette color verde militare e vorrei sapere se il colore Texprint Mono Giallo è abbastanza coprente. Avrei anche bisogno di sapere se il Texprint Ritardante Gel è indicato per questo tipo di colore. Infine, vorre...
I miti da sfatare su inchiostri, solventi, ambiente e salute Salve, sono un vostro cliente che per motivi di spazio, inquinamento e salute stava pensando di passare dagli inchiostri plastisol a quelli ad acqua. Occupandomi infatti di serigrafia sporadicamente (opero in altri settori grafici) non ho modo di ...

COMMENTA E CONDIVIDI

Powered by Facebook Comments

, , , ,

Vuoi scriverci una domanda?

franco ratto Sono Franco responsabile tecnico di CPL Fabbrika. Sono a tua disposizione per tutte le domande tecniche, commerciali e tutte le curiosità sui prodotti.
Se vuoi scrivermi, clicca qui >>


angelo barzaghi Sono Angelo Barzaghi, serigrafo e docente dell'Accademia Serigrafica. Sono a tua disposizione per tutte le domande tecniche sulla serigrafia e sul transfer serigrafico.
Se vuoi scrivermi, clicca qui >>
inizio serigrafia